FESTA TRICOLORE: 2 GIORNI DI CULTURA NAZIONALE

Sono letteralmente volati i due giorni della Festa Tricolore del 31 maggio e 1 giugno 2013.

Una festa “in tono minore” fin dalle premesse vista l’assenza forzata di alcuni nostri dirigenti nazionali alle prese con altri impegni politici e lavorativi, ma egualmente di buon livello e all’altezza delle aspettative.

Un venerdì e un sabato intensi, impegnativi, faticosi, ma anche pienamente vissuti, partecipati, e gratificanti per i riconoscimenti degli ospiti sull’alto contenuto degli appuntamenti.

Chiudere la serie degli appuntamenti sabato sera con una conferenza storica di oltre 2 ore e mezza sul ruolo post bellico degli Arditi, senza che in sala volasse una mosca tra l’attenta e quasi rapita platea, con dibattito finale, è emblematico.

 Spiace che alcuni disguidi organizzativi (causati dalla fretta e da alcune incomprensioni) , di cui mi assumo la responsabilità, abbiano arrecato qualche disagio agli ospiti e ci abbiano costretti ad annullare gli eventi musicali. Un incidente di percorso a cui abbiamo saputo prontamente rimediare senza particolari patemi d’animo.

Ringrazio, a nome dei circoli veronesi di Progetto Nazionale, tutti gli ospiti, i nostri associati e gli amici che si sono adoperati a vario titolo per la buona riuscita dell’evento.

Credo di poter affermare, con un pizzico di presunzione, che tutti ne siamo usciti fortificati, cresciuti culturalmente e più consapevoli.

Essere riusciti poi a fornire il nostro piccolo contributo economico e morale alla pellicola “Il segreto” del regista padovano Antonio Belluco, vale per noi più di mille parole.

Diamo a tutti appuntamento per la prossima edizione della “Festa Tricolore 2014”, dove vedremo di proporre nuove tappe culturali sulla strada dell’identità nazionale, con vecchi e nuovi compagni di viaggio!

Luca Zampini

Coordinatore provinciale

Memento_conferenza Verona 31-05-2013

Check Also

PUÒ ESSERCI “TENUTA DEL PAESE” SENZA LA DIGNITÀ, IL CORAGGIO, LA LIBERTÀ, L’AMOR PATRIO?

Secondo taluni il non volere Mario Draghi alla guida dell’Italia sarebbe, oltre ad un crimine …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.