TOTALE E INCONDIZIONATA SOLIDARIETÀ AD ALBERTO PALLADINO

Appresa la notizia della carcerazione di “Zippo”, noto esponente giovanile di Casapound Italia a Roma, arrestato la scorsa settimana all’aeroporto, di ritorno da una missione umanitaria in Birmania, non possiamo che esprimere totale e incondizionata solidarietà nei suoi confronti e della sua comunità politica d’appartenenza.

Dinamiche dei fatti così come resi noti dai mezzi d’informazione, modalità e abnormità del trattamento a lui riservato, manifestano un vergognoso atteggiamento “di sistema” che non può che far riflettere.

Non è questione di destra o sinistra, ma di nazione e anti-nazione.

Il recente azzeramento formale (quello sostanziale è di parecchio antecedente, esclusi estemporanei sussulti) del mondo “politico” (mi rifiuto di ritenere quelli che sedevano in parlamento i meglio titolati a fregiarsi della categoria Politico, salvo poche lodevoli eccezioni) a favore degli apparati tecnocratico-finanziari, può preludere a scenari inquietanti anche sul versante della Giustizia, del Diritto e della recrudescenza strumentale ed eterodiretta delle contrapposizioni. Ci auguriamo di sbagliarci.

Alberto Palladino libero!

Luca Zampini

Coordinatore provinciale

Progetto Nazionale Fiamma Futura

Check Also

“CASO CAMPEDELLI”, LA SINISTRA MONTA UN CASO

La vicenda delle polemiche sulla presunta rimozione del docente di religione cattolica all’istituto Scipione Maffei, …