FASCISMO: STATO SOCIALE O DITTATURA?

Sabato prossimo, il 7 novembre, Progetto Nazionale Verona presenterà presso la sala conferenze dell’Hotel Leon d’Oro l’interessante e documentato testo “FASCISMO: stato sociale o dittatura?”, uscito da pochi mesi e frutto delle fatiche durate quasi sei anni di 3 appassionati studiosi e ricercatori, Martina Mussolini, Andrea Piazzesi ed Edoardo Fantini, mossi dalla volontà di ristabilire la verità su tanti aspetti di un importante capitolo della nostra storia patria, troppe volte e spesso ingiustamente infangati.

Nessun intento apologetico e nessuna comoda presa di distanze, ma opportunità per un approfondimento oggettivo di un particolare aspetto (dai più disconosciuto nell’importanza e nei meriti) dell’esperienza fascista: La Carta del Lavoro.

Un atto che rappresenta la sintesi di tutto il pensiero fascista; un atto che creò i presupposti per una società informata ai principi della giustizia sociale.

Vogliamo offrire con questa iniziativa pubblica un momento di conoscenza scevra da pregiudizi e orientata alla libertà di giudizio, poggiante sul voluminoso apparato di documenti e fonti originali di cui il libro si compone, cercando di dare una risposta alla provocatoria domanda che il titolo del libro pone.

L’iniziativa verrà replicata la settimana seguente in quel di Trento, sempre da Progetto Nazionale.

 

Lo Stato fascista accanto alle tre funzioni tradizionali, la legislativa, l’amministrativa e la giudiziaria, ha aggiunto quella corporativa, vera e propria quarta funzione dello Stato.

(SERGIO PANUNZIO, Il fondamento giuridico del fascismo, Bonacci, Roma 1987, p. 118)

“Ho detto che l’obiettivo del regime nel campo economico è la realizzazione di una più alta giustizia sociale per tutto il popolo italiano […]. Che cosa significa […]? Significa il lavoro garantito, il salario equo, la casa decorosa, significa la possibilità di evolversi e di migliorare incessantemente.”

(BENITO MUSSOLINI, Discorso agli operai di Milano, «Il Popolo d’Italia», 7 ottobre 1934, in Opera Omnia, XXVI, p. 357)

FASCISMO_Stato sociale o dittatura_presentazione_locandina aggiornata_bassa

Check Also

“CASO CAMPEDELLI”, LA SINISTRA MONTA UN CASO

La vicenda delle polemiche sulla presunta rimozione del docente di religione cattolica all’istituto Scipione Maffei, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.