GAY PRIDE VERONA, COMUNICATO DI PROGETTO NAZIONALE

Quello che segue è il comunicato del Coordinamento provinciale veronese di PROGETTO NAZIONALE in relazione alla manifestazione “Verona Pride”, sfilata dell’orgoglio lesbico, omosessuale, bisessuale e transessuale (LGBT).

Il comunicato, inoltrato stamattina ai principali mezzi d’informazione locali, è un estratto di un più articolato documento politico della nostra associazione che mette in rilievo le posizioni di PROGETTO NAZIONALE in relazione al rischio “gendercrazia” e all’ennesimo pesantissimo e gravissimo attacco alla libertà d’espressione che vanno delineandosi all’orizzonte.

Comunicato stampa

Verona, venerdì 5 giugno 2015

 SIAMO TUTTI NATI DA UN MASCHIO E DA UNA FEMMINA

In vista del tanto chiacchierato Gay Pride di Verona, di sabato 6 giugno 2015, PROGETTO NAZIONALE ribadisce con forza e chiarezza le proprie posizioni:

– per la libertà di espressione e contro la criminalizzazione del dissenso;

– a difesa della famiglia quale cellula fondata da un uomo e da una donna;

– per il diritto di ogni bambino ad avere un padre e una madre;

– contro i matrimoni gay;

– contro l’adozione da parte di coppie dello stesso sesso;

– contro la mercificazione di ovuli ed uteri;

– contro i programmi di educazione all’omosessualità e programmi che mirano alla diffusione dell’ideologia di genere fin dalle prime fasce di età;

– contro la destrutturazione delle meravigliose differenze tra l’uomo e la donna e della famiglia così come l’abbiamo sempre conosciuta;

– più in generale contro qualsiasi offensiva sovversiva nemica della forma, del limite, del bello, dell’organicità, dell’identità.

Affrontato il campo delle posizioni su cui gli Uomini e le Donne di PROGETTO NAZIONALE sono schierati, vanno fatte delle doverose ulteriori puntualizzazioni.

Noi crediamo che non siano manifestazioni dell’assurdo e del cattivo gusto come il Gay Pride a minare le basi della famiglia tradizionale e a modificare la morale delle persone, bensì lo sfacelo caratteriale e psicologico che sta devastando le ultime generazioni (basti pensare ai purtroppo sempre meno rari esempi in cui la famiglia eterosessuale dà pessimo esempio di sé…matrimoni che durano qualche anno, assassinii tra coniugi, soppressione della prole, figlie minorenni iniziate alla prostituzione dalle madri e via degenerando).

Non ci scandalizza che tale manifestazione si tenga nella nostra città: altro non è che la dimostrazione che le reiterate lamentele di alcune associazioni fanatiche dell’ideologia di genere sono prive di fondamento. Non c’è alcuna “emergenza omofobia”, non c’è alcuna sistematica vessazione; e non c’è alcuna grave limitazione delle libertà di espressione per quanto riguarda gli ambienti omosessuali (in certi ambiti della società dichiararsi gay – fare outing – offre addirittura dei vantaggi e rende “intoccabili”), ma è vero invece il contrario: talune associazioni gay, lesbiche, bisessuali e transgender (LGBT) professioniste del vittimismo e del piagnisteo, forti di sponsorizzazioni importanti (nel mondo della cultura, dello spettacolo, della finanza, della politica, dell’informazione), sbandierando pericoli irreali e giocando con le mistificazioni (sempre pronti a ricorre all’emotività per difendere le loro teorie), spingono per imporre limitazioni alla libertà d’espressione (già minata pesantemente in passato dalla cosiddetta Legge Mancino). Ne è un esempio la proposta di legge «per il contrasto dell’omofobia e della transfobia» (primo firmatario l’on. Ivan Scalfarotto del Pd) che se approvata in via definitiva andrebbe a violare il principio della libera manifestazione del pensiero, tutelato, almeno in teoria, dall’art. 21 della Costituzione.

Attraverso la minaccia penale, si vuole imporre una dittatura morale e di pensiero.

Qui il vero pericolo, al di là e al di sopra del Gay Pride!

 

PROGETTO NAZIONALE

Coordinamento provinciale – VERONA

FAMIGLIA NATURALE_bassa

Check Also

“CASO CAMPEDELLI”, LA SINISTRA MONTA UN CASO

La vicenda delle polemiche sulla presunta rimozione del docente di religione cattolica all’istituto Scipione Maffei, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.