PRESA DI POSIZIONE SULLA VICENDA REPORT/FANGO SULL’AMMINISTRAZIONE VERONESE

Dopo la Lettera Aperta pubblicata martedì 9 aprile sul sito provinciale, stamane, con una conferenza convocata nella sala stampa del Comune di Verona, il Coordinamento provinciale di Progetto Nazionale, nelle figure di Luca Zampini, Alessandro Castorina, Andrea Miglioranzi e Massimo Piubello, a nome dei circoli scaligeri della nostra associazione, ha preso ufficialmente posizione sulla questione delle accuse disonorevoli – per noi irricevibili – addossate all’amministrazione Tosi.

A seguire i contenuti della conferenza stampa, svoltasi alla presenza dei principali media locali. 

CONFERENZA STAMPA

Verona, mercoledì 16 aprile 2014

L’amministrazione Tosi non merita criminalizzazioni di sorta

Progetto Nazionale rigetta fermamente le accuse irricevibili mosse all’amministrazione Tosi; accuse lanciate dagli avversari politici dentro e fuori Palazzo Barbieri, che vorrebbero prefigurare l’onta di un collaudato sistema criminogeno facente capo al sindaco Flavio Tosi. Il discredito seminato da una discussa trasmissione televisiva, alcune per ora presunte responsabilità personali (per quanto gravi se confermate in via giudiziaria), e le chiacchiere intorno ad altri esponenti “tosiani” di spicco, non possono comunque avvalorare la tesi di un sistema di malaffare generalizzato che coinvolgerebbe la Lista Tosi tutta.

Non ci preme qui difendere il singolo, ma i tanti onesti e volonterosi amministratori (e tra questi alcuni di Progetto Nazionale) che, nelle file della Lista Tosi, da 7 anni a questa parte, si prodigano con abnegazione per migliorare la nostra città, la sua vivibilità il suo benessere, tra tante difficoltà, acuite nell’ultimo periodo, sul versante socio-economico, da una crisi che sembra non voler allentare la presa; difficoltà alimentate anche dal sempre più difficile rapporto tra Stato centrale ed enti locali, sui quali si scaricano gli errori, le manchevolezze e le incapacità di chi governa l’Italia. Un aspetto questo che troppo spesso si ignora o si dimentica, ma che costringe gli amministratori locali a fare autentici miracoli per tirare avanti la carretta e far quadrare i conti.

L’opera di questa amministrazione deve proseguire con determinazione per il raggiungimento degli obbiettivi prefissati e non ancora raggiunti, e per la valorizzazione di quelli ottenuti, per rispondere, coi fatti, a quel nefasto vento qualunquista e “anti-casta” che vorrebbe addossare ogni nequizia a chi oggi si spende in prima persona in politica.

Questa è la strada che anche a noi di Progetto Nazionale sta a cuore, la strada della partecipazione, del senso civico, dell’impegno in prima persona anziché delegato, della responsabilità e dello spirito di sacrificio.

Per Verona, per il Veneto, per l’Italia.

Coordinamento provinciale

Progetto Nazionale – Verona

Check Also

“CASO CAMPEDELLI”, LA SINISTRA MONTA UN CASO

La vicenda delle polemiche sulla presunta rimozione del docente di religione cattolica all’istituto Scipione Maffei, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.