PROTESTA A SANGUINETTO: PROGETTO NAZIONALE C’ERA

Progetto Nazionale ha presenziato, con una folta rappresentanza di associati della zona, alla manifestazione organizzata martedì sera (7 giugno) dall’amministrazione comunale di Sanguinetto in segno di protesta verso l’annunciato e imminente arrivo di 35 presunti profughi.

Oggetto della protesta il numero elevato dei richiedenti asilo che verranno ospitati presso l’Hotel Paradise, e le modalità prefettizie di gestione della vicenda; entrambi i motivi della protesta si inscrivono nei punti guida della campagna STOP BUSINESS ACCOGLIENZA, lanciata dalla nostra associazione alcuni mesi orsono.

La convergenza sui punti contestati e l’azione sinergica di più amministrazioni della zona (Sanguinetto, Casaleone, Gazzo, Concamarise e Cerea) rappresentate dai sindaci e da una ventina abbondante di consiglieri comunali, unitamente agli oltre trecento cittadini della zona che hanno presenziato, sono una conferma del buon senso comune e della fondatezza circa le critiche da noi mosse in tema di accoglienza imposta.

Per questo ieri sera c’eravamo e ci saremo.

Non accettiamo un approccio al problema immigrazione a senso unico, che mina la nostra comunità nazionale, mettendo a rischio la coesione sociale.

STOP BUSINESS ACCOGLIENZA!

—————————————————————————————————————————————–

A seguire una breve rassegna stampa dell’evento.

Articolo di martedì sul portale di PrimoGiornale, iniziativa editoriale free press distribuito ogni 15 giorni nel Basso Veronese, nell’Est Veronese e anche in Valpolicella:

Sanguinetto, stasera manifestazione pubblica sull’arrivo di profughi in paese

giugno 7, 2016

È stata la stessa amministrazione comunale di Sanguinetto ad indire per stasera, martedì 7 giugno alle 20,30, in via Dossi, di fronte all’hotel “Paradise” dove dovrebbero venir ospitati dai prossimi giorni 35 richiedenti asilo, una manifestazione pubblica sull’emergenza profughi. Il Comune è infatti contrario alla scelta del luogo per ospitare i profughi, visto anche che l’hotel sorge a fianco di un famoso ristorante, l’“Ilva“, che è tra l’altro di proprietà della famiglia del sindaco Alessandro Braga.

La manifestazione fa seguito alla raccolta di firma, ancora in corso, lanciata una settimana fa contro la possibilità che in paese arrivino questi richiedenti asilo. Un’eventualità oramai certa visto che proprio mercoledì mattina si terrà l’ultimo sopralluogo da parte dell’Ulss 21 per decidere quanti profughi possono venir ospitati nella struttura. L’hotel Paradise, infatti, è stato preso in affitto dalla cooperativa “L’Angolo” di Modena ed ha già superato le verifiche della Prefettura come centro di accoglienza per richiedenti asilo.

http://primoweb.it/sanguinetto-stasera-manifestazione-pubblica-sullarrivo-di-profughi-in-paese/

Così riporta mercoledì sulla pagina facebook Il Nuovo Giornale, periodico free press d’informazione locale distribuito in 20 comuni door to door del Basso Veronese:

[ La Protesta ]

SANGUINETTO. I SINDACI GUIDANO LA PROTESTA DEI CITTADINI CONTRO L’ARRIVO INDISCRIMINATO DEI PROFUGHI-CLANDESTINI.

Ore 21.30 scatta la protesta anti-clandestini . Questa sera circa 400/500 cittadini di Sanguinetto, Casaleone, Gazzo, Concamarise e Cerea scendono in strada guidati dai rispettivi sindaci e occupano pacificamente per alcuni minuti la statale Casaleone-Sanguinetto nella zona industriale adiacente all’hotel Paradise, in segno di protesta contro l’arrivo preannunciato dal vice prefetto Tortorella , dei nuovi profughi a Sanguinetto e probabilmente successivamente anche nei paesi limitrofi.

“A Sanguinetto abbiamo già circa 400 extracomunitari registrati tra marocchini, moldavi, romeni, islamici ecc. oltre a circa altri 100 abusivi non registrati – dice il vice sindaco Valentino Rossignoli – e non abbiamo certamente necessità di riceverne altri, per questo vogliamo ribadire con con forza con questa manifestazione: basta profughi-clandestini nel nostro territorio”.

c.p

https://www.facebook.com/NuovoGiornale/?fref=photo

SANGUINETTO_manifestazione_striscione_Progetto Nazionale SANGUINETTO_manifestazione_striscione

SANGUINETTO_Striscione_manifestazione SANGUINETTO_manifestazione_comunicazione dell'amministrazione

Check Also

“CASO CAMPEDELLI”, LA SINISTRA MONTA UN CASO

La vicenda delle polemiche sulla presunta rimozione del docente di religione cattolica all’istituto Scipione Maffei, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.