Comunicato: “Giorno del Ricordo”, un’occasione mancata

San Giovanni Lupatoto, Sabato 5 Marzo 2011

Oggetto: “Giorno del Ricordo”,un’occasione mancata

In occasione del Giorno del Ricordo della Tragedia delle Foibe e dell’Esodo degli Italiani da Istria, Fiume e Dalmazia, che cade ogni 10 di Febbraio, l’attuale amministrazione comunale a guida Zerman pare proprio aver perso l’occasione per celebrare questa ricorrenza come meglio avrebbe meritato.Risulta infatti, come si evince anche da recente polemica a mezzo stampa (Il Sentiero n.3 Marzo 2011) tra il direttore di questo periodico, sig. Marco Ballini, e il Sindaco leghista Fabrizio Zerman, che le iniziative messe in campo (non si capisce se a titolo privato o organizzate dal Comune), si sono limitate ad un discorso commemorativo del Sindaco stesso di fronte ad alcuni convenuti in Via Martiri delle Foibe.Tenendo conto:- dell’orientamento politico della corrente amministrazione;- del fatto che il Sindaco annoveri (per sua stessa ammissione) tra i propri familiari profughi istriani;- che sempre più numerose amministrazioni comunali della provincia (a partire dal capoluogo Verona) si adoperano per varare iniziative pubbliche che coinvolgano i giovani attraverso studi, convegni, dibattiti, mostre fotografiche e quanto altro (come indicato dalla Legge 92/2004);- che proprio l’amministrazione Zerman ha voluto dedicare una via ai Martiri delle Foibe;- che il Sindaco mostra di conoscere bene le tribolate vicende che hanno finalmente portato il governo italiano all’istituzione del Giorno del Ricordo e le responsabilità dell’allora Partito Comunista Italiano (omettendo però l’altrettanto grave complicità della DC, per il suo atteggiamento reticente, miope e vigliacco che costituì un avvallo sostanziale a certo negazionismo comunista);non si capisce l’atteggiamento remissivo del nostro Comune.Inoltre, se la memoria non ci inganna, la precedente amministrazione di centro-sinistra di Remo Taioli aveva organizzato sul tema un incontro aperto agli studenti, relatore uno dei maggiori storici italiani sulle tragiche vicende del confine orientale, il veneziano Marco Pirina.L’auspicio, a scanso di inopportune future polemiche, è che per l’anno venturo il Comune di San Giovanni Lupatoto metta in campo quelle iniziative di carattere storico, culturale, letterario e artistico che la tragedia delle Foibe e dell’Esodo meritano per senso di Verità e Giustizia, anche per colmare quel vuoto vergognoso che per troppi decenni ha contrassegnato una parte tanto dolorosa della storia patria.Da parte nostra, cercheremo di adoperarci per l’organizzazione di un evento che renda onore al Ricordo di quei tanti nostri connazionali assassinati dall’odio etnico e politico titino, per il solo motivo di volere rimanere italiani e veneti.

Contatti: [email protected]

Check Also

PROGETTO NAZIONALE PRESENTA IL ROMANZO SU JAN PALACH

Comunicato Verona, 11 gennaio 2019 A sinistra si stracciano le vesti e tentano di alzare …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.