STAZIONE DI PORTA NUOVA: QUALE IDEA DI ACCOGLIENZA PER I VISITATORI?

Verona, 15 aprile 2024

Comunicato

Alla luce dello stillicidio di episodi di cronaca nera – protagonisti nella quasi totalità stranieri o italiani di seconda generazione – che si verificano in Piazzale XXV Aprile e zone limitrofe, ci piacerebbe sapere cosa pensa l’Assessore alla Sicurezza, Stefania Zivelonghi, in merito alle dichiarazioni recentemente rilasciate dal Questore Roberto Masucci.

Si tratta anche in questo caso di “percezione”?

Cosa pensa l’amministrazione Tommasi dell’intensificarsi di questi accadimenti delinquenziali? “Inclusività” insufficiente da parte della città e dei veronesi?

Se l’idea dell’amministrazione su quale sia il “biglietto da visita” migliore da offrire a chi raggiunge Verona in treno è quella dell’Arena in miniatura ideata dall’Assessore ai giardini, Federico Benini, e realizzata insieme all’Amia, per dimostrare «quanto Verona tiene al verde e alla sua cura», allora è evidente che dalle parti di Palazzo Barbieri si vive in una bolla di vetro e c’è qualche problema con le priorità ed il senso del reale.

Abbiamo forte il sospetto che, transitando o sostando nella zona della Stazione di Porta Nuova, il turista (ma anche il veronese) che nella migliore delle ipotesi deve assistere a scene da periferia degradata, e nella peggiore rischiare di essere aggredito e derubato, se ne sbatta bellamente delle floreali tonalità di verde e delle colorate infiorescenze che abbelliranno la cotanta opera della “piccola Arena”.

Non serve un “approccio ideologizzato” per capire che sul fronte della sicurezza, del decoro e della legalità, Verona sta facendo passi indietro clamorosi. Al di là di statistiche e dati ufficiali, basta viverla al di fuori delle proprie comfort zone per accorgersene.

Progetto Nazionale – Verona

Segreteria provinciale

[email protected]

Check Also

VINITALY 2024: BILANCI E TRAGUARDI

Verona, 18 aprile 2024 Si chiude la 56^ edizione del Vinitaly, edizione che nonostante i …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.