VINITALY 2024: BILANCI E TRAGUARDI

Verona, 18 aprile 2024

Si chiude la 56^ edizione del Vinitaly, edizione che nonostante i grossissimi problemi degli agricoltori europei ed il contesto internazionale turbolento, segna ancora una volta numeri di compratori ed espositori da record.

A livello politico, vuoi anche per la prossima scadenza elettorale delle Elezioni Europee, è stata una vetrina non solo per i candidati all’Europarlamento, ma anche per tutte le cariche dello Stato: dal veronese Lorenzo Fontana, al Ministro dell’Agricoltura Lollobrigida, fino al Presidente del Consiglio Giorgia Meloni passando per il Governatore del Veneto Zaia.

La “nostra” amministrazione (che è buona ed inclusiva) ancora una volta per dare lustro ad uno degli eventi fieristici più importanti dell’anno ha ben pensato di non sfigurare ed ha messo in atto tutta una serie di iniziative volte a valorizzare la nostra amata città:

  • Sottopassaggio di Via città di Nimes: a 15gg dall’importantissima manifestazione fieristica si elogiava il rispetto del cronoprogramma, con successivo rilevamento di gravi danni strutturali e riapertura posticipata a data da destinarsi. Figurone!
  • Inaugurazione dell’Arena in miniatura fronte stazione: l’eventuale inaugurazione del traforo delle Torricelle (di cui per fortuna, viste le capacità di tale amministrazione, se ne sono perse le tracce) in compenso sarebbe stata più sobria.
  • Spettacoli di MMA fronte stazione: per dar lustro alla nuova Arena, ogni giorno sotto gli occhi di studenti, lavoratori e visitatori del Vinitaly (sì, perché vista la favolosa viabilità tanti hanno optato per il treno) vi erano scene equiparabili alle banlieue francesi, dando così quel respiro internazionale e di inclusività tanto auspicato da Palazzo Barbieri.

Il bilancio dell’edizione 2024 del Vinitaly è senz’altro positivo, il tutto nonostante la non invidiabile amministrazione di centro sinistra di Tommasi e “Traguardi” che a Verona dimostra di non volere affatto bene.

Piccola nota extra politica: qualche mese prima del Vinitaly vi è sempre puntualissima la boutade dei locatori turistici, che minacciano scioperi che mai si concretizzano…Attendiamo la prossima occasione per gridare al lupo a settembre, poco prima di Marmomac.

Progetto Nazionale – Verona

Circolo “Garda-Baldo”

Check Also

STAZIONE DI PORTA NUOVA: QUALE IDEA DI ACCOGLIENZA PER I VISITATORI?

Verona, 15 aprile 2024 Comunicato Alla luce dello stillicidio di episodi di cronaca nera – …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.