“UNISEX”: PRESENTAZIONE DEL LIBRO A VERONA

«Il gender non esiste!» «Non è mai esistito!» Quante volte avete sentito o letto questa stizzita e perentoria affermazione delle truppe governative o para-governative (parlamentari, politici locali, mondo dell’associazionismo catto-progressista, “esperti” di varia qualifica, zelanti insegnanti e dirigenti scolastici, etc.).

Un tipo di risposta che denota un certo grado di nervosismo di fronte alle critiche, ai legittimi dubbi e ai timori da parte soprattutto di genitori allarmati per la salute fisica e psichica dei loro figli di fronte al rischio dell’introduzione surrettizia nella scuola di una ideologia che in altri tempi avrebbe riservato ai promotori delle cure psichiatriche.

Parliamo della gender theory, che dalla sua comparsa negli Stati Uniti, originata negli anni ’50-’60 nell’ambito di studi clinici su alcune categorie patologiche, ha poi iniziato a guadagnar terreno nelle università (soppiantando i feminist studies o women studies) e tra le file del movimento femminista (nello specifico in una sua particolare forma: il femminismo egualitario), raggiungendo una notevole diffusione intorno a metà anni ’90, per poi approdare concretamente in Europa (soprattutto in Francia) con l’arrivo del nuovo millennio.

Se la cosiddetta teoria o ideologia gender esista o meno, e se essa sia finita nella Legge “La Buona Scuola”, vorremmo capirlo con la nostra testa e attraverso il filtro critico dei documenti e dei fatti.

Per questo vogliamo offrire un momento di conoscenza e di confronto pubblico sul tema attraverso un libro decisamente interessante, “UNISEX. Cancellare l’identità sessuale: la nuova arma della manipolazione globale”, scritto da Enrica Perucchietti e Gianluca Marletta per Arianna Editrice, nella sua nuova edizione aggiornata.

La presentazione avverrà sabato 21 novembre alle 14.30 presso l’Hotel Leon d’Oro.

In collaborazione col Circolo librario ARDENTE e il Gruppo femminile RICERCHE E DOCUMENTI.

—————————————————————————————————————————————–

Perché tutti dovrebbero leggere questo libro?

«Per capire che cos’è realmente l’ideologia di genere e riflettere. A noi non interessa “convincere” i lettori ma fare informazione. Io ho un punto di vista laico e non ho figli o una famiglia da “difendere”, la mia è un’analisi disinteressata di quanto sta avvenendo. Sta poi al lettore maturare una propria opinione e allenare la propria coscienza critica. L’importante è pensare con la propria testa e non con la pancia. Essere liberi significa anche questo.»

Enrica Perucchietti

«Questo è un libro che può aiutare a capire meglio la realtà in cui viviamo (e soprattutto il futuro prossimo che ci attende). Alcuni tra coloro che, due anni fa, lessero la prima edizione la bollarono all’epoca come un’esagerazione da “complottisti”; gli stessi, forse, oggi riconosceranno che era semplicemente una chiave di lettura realista di ciò che stava accadendo.  Chi leggerà la riedizione non resterà indifferente e forse potrà anche rimanere turbato. Di certo non è un libro per chi cerca facili “consolazioni” o per chi vuole adagiarsi su una visione tranquillizzante e un po’ miope della realtà

Gianluca Marletta

Estratto dall’intervista “Unisex: il genderismo come arma di manipolazione” dal Blog del Gruppo Editoriale Macro.

(http://www.gruppomacro.com/blog/posts/unisex-il-genderismo-come-arma-di-manipolazione)

UNISEX_presentazione libro_web

Check Also

“CASO CAMPEDELLI”, LA SINISTRA MONTA UN CASO

La vicenda delle polemiche sulla presunta rimozione del docente di religione cattolica all’istituto Scipione Maffei, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.